martedì 27 aprile 2010

Strange 3 - la parola all'esperto

Pubblichiamo di seguito i commenti del nostro ingegnere Ducati Corse alle spiegazioni date da Alessio Sgommino, vincitore della terza puntata di Strange ("ma come fa Casey ad avere la forcella praticamente a fondo corsa e il ginocchio a terra?")


AS: "Uno dei motivi potrebbe essere proprio lo stile di guida di Casey che tende a prolungare la fase di frenata proprio fino a centro curva"
Ottima risposta, la frenata comporta una decelerazione del veicolo, la forza d’inerzia conseguente è applicata nel baricentro moto+pilota che sta ad una certa quota da terra. Questo causa un “trasferimento di carico” rispetto alla situazione di marcia a velocità costante, che causa lo schiacciamento della forcella. Essendo poi in curva il ginocchio è a terra. Quindi l’osservazione è corretta.

AS: "Quindi il motivo è quello dovuto dalla forza centrifuga, che nasce quando si comincia a piegare la moto..."
La forza centrifuga non nasce quando si piega la moto, ma quando si inizia a percorrere una traiettoria non rettilinea (cioè si entra in curva). La piega della moto è una conseguenza, essendo una manovra eseguita dal pilota per contrastare proprio la forza centrifuga (o meglio il moment di rollio che essa genera)


AS: "...che tenderà a compensare in parte la forza frenante..."
Il soggetto è la forza centrifuga, ma essa (che è una forza trasversale al veicolo) come può contrastare la forza frenante (che è una forza longitdinale)?


AS: "...quando il pilota la diminuirà progressivamente, cercando di mantenere la sospensione in compressione"
Se il soggetto è il pilota, senza dubbio non è uno dei suoi obiettivi quello di mantenere la sospensione compressa.

La risposta che mi aspetterei alla domanda del blog è: Casey ha prolungato la frenata fino in centro curva, quindi ha forcella a pacco e ginocchio a terra. La gomma anteriore riesce a trasmettere forza longitudinale (per frenare) e trasversale (per contrastare la forza centrifuga) grazie all’elevatissimo coefficiente di attrito (è una gomma da competizione) e al trasferimento di carico dovuto alla frenata che aumenta la forza verticale agente sul pneumatico anteriore.
SF

2 commenti:

Alessio "Sgommino" ha detto...

Salve,
appreso i commenti dell'ingegnere Ducati, volevo fornire ulteriori specificazioni, al fine di migliorare la comprensione della risposta che ho dato.
Certamente la forza centrifuga è una forza apparente connessa al moto rotatorio; dunque con l'espressione “nasce quando si comincia a piegare la moto”, non intendevo che essa fosse generata dall'atto di porre in piega la moto, ma poiché porre in piega la moto è manovra effettuata nell'atto di percorrere un tratto non rettilineo, intendevo che proprio nel momento della piega essa inizia a manifestarsi (ovviamente si considera piega come piega con moto in marcia, come si evince dalla foto del post). Dunque la piega della moto non era da intendersi come causa efficiente per la forza centrifuga, ma era solo un riferimento temporale, ovvero la forza centrifuga è presente dal momento in cui inizio a curvare e dunque inizio a piegare.
Riguardo alla compensazione (non “contrastamento”) della forza frenante con la forza centifuga, essa era intesa come compensazione dell'effetto di affondamento della forcella; me ne guarderei bene dal dire che la forza frenante si possa legare in una formula vettoriale con la forza centrifuga, per avere quell'effetto, non avendola infatti neanche citata.
Riguardo invece all'ultima puntualizzazione fattami, volevo comunucarVi che il soggetto non è il pilota, ma è ancora la forza centrifuga. Pensavo fosse reso evidente dal fatto che la parte di testo “quando il pilota la diminuirà progressivamente” è stata messa volutamente tra virgole; infatti, come sappiamo, in un testo un periodo poco esteso racchiuso dallo stesso segno di interpunzione debole può essere arbitrariamente soppresso nella lettura senza alterare la comprensione del periodo reggente.
Vi ringrazio comunque dell'attenzione, vi comunico che sono felice per la vincita, e attendo commenti per quanto riguarda l'episodio precedente (Strange Episodio 2).
Saluti a tutto lo staff di FISICA IN MOTO.
Alessio D'Andrea.

Anonimo ha detto...

Pretty section of content. I just stumbled upon your web site and in accession capital to assert that I acquire actually enjoyed account your blog posts.
Anyway I'll be subscribing to your feeds and even I achievement you access consistently rapidly.

Here is my homepage ... home cellulite treatment